Conferenza stampa presentazione Sicurezza in 3D

“La sicurezza in 3D nella Logistica”, un videogioco per rivoluzionare la formazione sul luogo di lavoro.

Sono stati presentati, nella sede dell’Inail, i risultati del progetto “La Sicurezza in 3D nella Logistica” cofinanziato da INAIL, Provincia di Piacenza e Confcooperative di Piacenza e realizzato in collaborazione con Ausl e Irecoop. Si tratta di uno strumento fortemente innovativo in tema di formazione. Un simulatore virtuale simile ad un video gioco, correlato da alcuni video in 3D,  articolato in 5 livelli, che esplora le 5 aree principali riscontrabili in ogni cantiere logistico: accesso al magazzino e spogliatoio, ricevimento e smistamento merci, stoccaggio, picking e spedizione.
Il progetto nasce da esigenze di diverse realtà appartenenti al mondo della logistica, ed è stato realizzato in seno al Protocollo d’Intesa per il miglioramento dei livelli di prevenzione, sicurezza e protezione sociale dei lavoratori negli appalti di facchinaggio, logistica e movimentazione merci, sottoscritto nel 2012 dalle Parti Sociali e gli Enti Istituzionali del “Tavolo Interistituzionale per la sicurezza e regolarità del lavoro”.
Uno dei punti qualificanti del progetto è stato anche il coinvolgimento diretto degli operatori del settore per la sperimentazione dei nuovi strumenti, attraverso l’organizzazione di tre seminari.
Settanta persone, tra formatori e lavoratori, hanno avuto la possibilità di prendere confidenza con questo nuovo prodotto multimediale, fornendo utilissimi feedback e consigli per un ulteriore miglioramento e perfezionamento di alcuni aspetti dei filmati e dei videogiochi.

I risultati della sperimentazione e dell’indagine di gradimento sono una conferma sugli obiettivi che verranno raggiunti con l’impiego di un archivio animato delle procedure, in tema di salute e sicurezza sul lavoro.
In primis il miglioramento dell’efficacia della formazione, attraverso l’interattività delle lezioni, le esplicative riproduzioni in 3D e la possibilità di scegliere tra 4 lingue differenti.

Il progetto é stato presentato nel dettaglio da Daniele Sarselli, responsabile di Poliedra – che ha progettato lo strumento – “I risultati della sperimentazione – ha spiegato – sono positivi. L’obiettivo é quello di estendere il progetto per la formazione di tutti i lavoratori dell’ambito della logistica e magari fornire loro il gioco affinché possano giocare anche a casa e non solo nelle ore di formazione obbligatoria”. I lavoratori che hanno provato il gioco hanno ottenuto un voto medio di 8,24 in una scala da 1 a 10. In particolare 29 lavoratori su 30 hanno ottenuto un punteggio maggiore, con un incremento medio dell’apprendimento del 27%, rispetto allo stesso test fornito in precedenza attraverso l’erogazione formativa tradizionale.

Posted on 18 settembre 2014 in Stampa, Startup

Leave a reply

Back to Top