FONDO GARANZIA SUL MICROCREDITO.

Dal 27 Maggio è operativo il Fondo sulle operazioni di microcredito.

La garanzia copre fino all’80% dell’ammontare del finanziamento concesso (Garanzia Diretta) o garantito da Confidi o da Altro Fondo di garanzia (Controgaranzia), a condizione che le garanzie da questi rilasciate non superino l’80% del finanziamento; la concessione della garanzia è gratuita.

 

  • Come funziona?

Le imprese e i professionisti possono effettuare la prenotazione della garanzia per le operazioni di microcredito utilizzando l’apposita procedura on line disponibile sul sito Internet del Fondo all’indirizzo http://www.fondidigaranzia.it/microcredito.html.

La procedura on line emette una ricevuta, con relativo codice identificativo, che attesta la prenotazione e che il beneficiario può stampare.

La prenotazione resta valida per i 5 giorni lavorativi successivi. Entro questo termine il soggetto beneficiario deve trovare un soggetto disponibile a concedere il finanziamento e a confermare on line la prenotazione.

Dopo la conferma della garanzia, entro 60 giorni deve essere presentata la richiesta di ammissione alla garanzia da parte di un soggetto abilitato ad operare con il Fondo.

 

  • Quali sono i vantaggi della garanzia pubblica?

L’Unione europea e lo Stato Italiano affiancano le imprese e i professionisti che hanno difficoltà ad accedere al credito bancario perché non dispongono di sufficienti garanzie.

La garanzia pubblica, in pratica, sostituisce le costose garanzie normalmente richieste per ottenere un finanziamento.

 

  • Quali sono le regole per avere il Fondo di garanzia?

Può essere attivata solo a fronte di finanziamenti concessi da banche, società di leasing e altri intermediari finanziari a favore di imprese e professionisti.

Il Fondo non interviene direttamente nel rapporto tra banca e cliente, ma sulla parte garantita dal Fondo non possono essere acquisite garanzie reali, assicurative o bancarie.

 

  • Chi sono i soggetti beneficiari

I soggetti beneficiari che possono ottenere la garanzia sono esclusivamente le imprese già costituite e i professionisti già titolari di partita IVA da non più di 5 anni.

Professionisti e imprese non possono avere più di 5 dipendenti, oppure 10 nel caso di Società di persone, SRL semplificate, cooperative.

Per essere ammissibili al Fondo i professionisti, inoltre, devono essere iscritti agli ordini professionali o aderire alle associazioni professionali iscritte nell’elenco tenuto dal Ministero dello sviluppo economico.

 

L’impresa o il professionista non può inoltrare la domanda direttamente al Fondo.

Deve rivolgersi a una banca per richiedere il finanziamento e, contestualmente, richiedere che sul finanziamento sia acquisita la garanzia diretta.

Sarà la banca stessa ad occuparsi della domanda. In alternativa, ci si può rivolgere a un Confidi che garantisce l’operazione in prima istanza e richiede la controgaranzia al Fondo.

 

Possono essere garantiti i soggetti appartenenti a qualsiasi settore con l’eccezione dell’industria automobilistica, della costruzione navale, delle fibre sintetiche, dell’industria carboniera, della siderurgia e delle attività finanziarie.

Le imprese agricole possono utilizzare soltanto la controgaranzia rivolgendosi ad un confidi che opera nei settori agricolo, agroalimentare e della pesca.

 

  • Quali sono i tempi di risposta?

Le procedure sono snelle e veloci: in tempi rapidi vengono verificati i requisiti di accesso e adottata la delibera. L’impresa viene informata vie e-mail sia della presentazione della domanda sia dell’adozione della delibera.

 

Per maggiori informazioni visitare il sito o CONTATTACI.

Posted on 29 maggio 2015 in Bandi, Startup

Back to Top